Preloader icon

Il naso del barboncino: gli hai mai prestato attenzione?

Il naso del barboncino può essere di vari colori (marrone, nero, rosa, macchiato, può riprendere il colore del mantello…).
A volte però, come vi sarà magari capitato di notare, il naso di un cane cambia colore, questo accade per diverse ragioni, vediamo insieme cosa può accadere…

CLIMA E TEMPERATURA ESTERNA

Viene definito comunemente “naso di neve” quando il naso del cane sbiadisce durante i periodi più freddi per poi scurirsi nuovamente con l’arrivo della primavera e successivamente dell’estate.
Generalmente questo fenomeno porta il naso a tingersi di rosa per poi riassumere la tipica colorazione scura ed è assolutamente innocuo per il cane. Molti veterinari affermano che tutto ciò sia da ricondursi alla produzione di un enzima, la tirosinasi. Il cane produce maggiori quantità di tirosinasi durante l’estate, per aumentare i livelli di melanina e dunque per proteggersi dai raggi solari. Con l’arrivo delle temperature rigide, il cane rallenta la produzione di questo enzima e questo porta il naso a perdere la sua pigmentazione.

INFEZIONE BATTERICA

La depigmentazione del naso, se associata ad irritazione, gonfiore e/o presenza di croste potrebbe essere associata ad una infezione batterica in corso.
Se notate questi sintomi è necessario portare subito il cane da un veterinario per una valutazione. Il veterinario vi prescriverà una terapia antibiotica da somministrare al cane.

SINDROME DI DUDLEY

A volte, la depigmentazione del naso potrebbe essere causata dalla sindrome di Dudley. Le cause di questa sindrome sono tutt’oggi sconosciute.
La sindrome di Dudley comporta uno scolorimento del naso che progredisce con l’invecchiamento dell’animale. La depigmentazione in questo caso è permanente, in ogni caso, non costituisce un problema di salute per il cae.

VITILIGINE

In alcuni casi, il cambiamento del colore del naso deriva da malattie che interessano la pelle, una di queste è la vitiligine.
La vitiligine genera una depigmentazione della pelle del cane e può colpire diverse parti del suo corpo, compreso il naso.
Se notiamo dei cambiamenti nel colore della pelle del nostro amico a quattro zampe rivolgiamoci ad un veterinario. Fortunatamente la vitiligine non compromette la salute del cane.

LE CIOTOLE, SCEGLIAMO CON CURA

Anche le ciotole in plastica, a volte possono provocare la perdita di pigmento del naso e delle labbra del cane. Ciò è da attribuirsi al p-benzil idrochinone, sostanza chimica presente all’interno della plastica che quando viene assorbita dalla pelle inibisce la formazione della melanina e dunque la conseguente depigmentazione.
Scegliamo delle ciotole in acciaio inossidabile per prevenire questo problema.

PRENDIAMOCI CURA DEL SUO NASO

Se il naso del vostro cane presenta una colorazione chiara ricordiamoci di proteggerlo dal sole con una crema solare, ne esistono molte formulate proprio per gli animali.
Non utilizziamo creme per gli uomini, infatti alcune sostanze per noi innocue possono essere estremamente dannose per il nostro cucciolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *